lunedì 11 giugno 2012

La farfalla

Rarità colorate,
entità alate.
Una passeggiata
e, con un pizzico di fortuna, se ne incontra una, due, tre....

Dove siete andate?

Da bambina, vi rincorrevo e voi volavate vicino.
A volte vi ho tenuto su un dito ed ho avuto quasi paura...
Giravate intorno, sembravate quasi raggiungibili.

Ora, la distanza tra noi è aumentata.
Ed io non corro più così veloce.....
Non vi vedo o non vi cerco come prima.
Ma ho bisogno della vostra presenza.

Il sogno che rappresentate è più lontano,
ma si può ancora intravvedere......
Avvicinatevi, non abbiate timore.
Io cercherò di non aver paura.

Cristina




farfalle......

4 commenti:

  1. Una poesia dal contenuto toccante, complimenti Cristina! ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Grazie!! Qualche volta la mia vena malinconica torna fuori....A presto, Cristina

    RispondiElimina
  3. Dolcissima poesia! Ciao, Arianna

    RispondiElimina

Un tuo commento é un segno di interesse e vicinanza. Grazie per esprimere la tua opinione. :-)