domenica 6 gennaio 2013

Il tempo, i sogni

Scappare quando si avvicina un'emozione,
avere paura di vedere quello che ci è davanti.
 
Tremare incontrando un essere umano sconosciuto,
nascondersi, per non soffrire, per non perdersi.
 
Soffocare sentimenti che si pensavano dispersi,
morire mentalmente, mentre là fuori tutto scorre.
 
Vedere la vita come un spettatore davanti allo schermo,
senza prendere parte alcuna nella trama.....
 
Lasciare che i minuti, le ore, i giorni trascorrano
e non fare niente per fermare tempo, nel presente, ora.
 
Evitare la sofferenza, sperando di salvarsi. Da cosa?
Sperare di non ripetere i soliti errori, di cambiare rotta.
Sperare e non agire.
Sperare e non reagire.
Sperare, mentre il tempo passa, inarrestabile e indifferente.
 
E' questa la realtà che l'essere umano é destinato a vivere?
E' questo ciò che sognavamo un tempo?
In che angolo della casa sono andati a rifugiarsi i sogni?
Dove sono fuggite le scintille che animavano questi corpi?
 
""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""
 

6 commenti:

  1. Cri...belle riflessioni!!
    Medita, medita...
    E vivi i tuoi sogni!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna imparare.....non è facile, ma ci provo! Baci, Cri

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie Arianna. Buon fine settimana! Cristina

      Elimina
  3. Ciao Cri,
    bella poesia...riflessione...
    Baci,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cri, sono contenta che ti piaccia. Buona domenica, immagino trascorsa a preparare manicaretti! Ciao, Cri

      Elimina

Un tuo commento é un segno di interesse e vicinanza. Grazie per esprimere la tua opinione. :-)